Progetti - PROMOIT ETS

Promoit ETS
Vai ai contenuti
MURIALDO: Solidarietà a Km 0
Si tratta di un progetto di sostengo di vicinato, in collaborazione con la parrocchia di San Leonardo Murialdo di Roma e il suo gruppo di Caritas diocesana. Viene utilizzato per integrare i pacchi alimentari che ogni mese la parrocchia distribuisce a circa 50 famiglie del suo territorio (circa 150 persone); per sostenere le persone che si rivolgono alla parrocchia per le varie necessità; per sostenere le varie attività sociali delle parrocchia, come l'Estate Ragazzi.

Quest'anno per l'emergenza Covid-19 siamo particolarmente impegnati nel reperire fondi e sostenere le famiglie del territorio
  • col sostegno del Teatro 7 Onlus abbiamo donato 2.000 euro al banco alimentare della parrocchia di San Leonardo Murialdo,
  • abbiamo acquistato 1.620 euro di schede prepagate della Conad donandole a famiglie in difficoltà, di cui una parte nell'ambito di un progetto condiviso con l'associazione Promozione Persona Aps
  • ad inizio pandemia abbiamo donato 110 mascherine chirugiche alla parrocchia di San Leonardo Murialdo in modo che le potesse distribuire a chi non potesse permettersele e 200 mascherine ffp2 al nucleo di Protezione Civile dell'Associazione Nazionale Carabinieri ANC Roma1
  • abbiamo pagato bollette e acquistato beni di prima necessità a famiglie in difficoltà per oltre 2.100 euro
  • abbiamo raccolto e donato 1.185 euro alla parrocchia di San Leonardo Murialdo a sostengno delle sue attività sociali
  • abbiamo erogato un corso di aggiornamento BLSD per 225 euro ad alcuni volontari della parrocchia di San Leonardo Murialdo
  • abbiamo donato le placche per adulti e quelle pediatriche e la batteria per il defibrillatore della parrocchia di San Leonardo Murialdo (per un valore di 301 euro).


MADRIX
Nel progetto Madrix rientrano tutti i micro progretti di Laura Madrignani, che da anni realizza i progetti di solidarietà nell'India meridionale e non solo.
Per avere maggiori informazioni sui progetti e sulle persone che collaborano con Laura, basta visitare il sito di Madrix

Nell’ormai lontano settembre 2005 Laura ha coronato il suo sogno di andare per la prima volta in India e per varie coincidenze la sua “esplorazione” e’ iniziata nello stato che sta nel sud est dell’India, si chiama Tamil Nadu e la capitale è Chennai. In quel mese ha incontrato tante persone, osservato tante situazioni e tornando non ha potuto fare “come se non avesse visto” e allora ha cominciato con il primo progetto, con la prima raccolta fondi per costruire i servizi igienici per un orfanotrofio femminile nel villaggio di Maranodai dove aveva trascorso qualche giorno.  Poi l'incontro con Promoit Onlus (oggi Promoit ETS), i suoi progretti son diventati i nostri progetti e, nel 2009 si e’ aggiunto il Myanmar


ADRIANO: Rappresenta i microprogetti gestiti da Adriano Borzi, che periodicamente si reca in India, nel Tamil Nadu, per sostenere i progetti di sostegno a distanza del santuario salesiano  The Perambur Lourdes Shrine Society, sito a Perambur(località nella città di Chennai) e per la costruzione di strutture dedicate a servizi socialmente utili, e a sostegno dell'istituto cattolico salesiano Don Bosco Beatitudini  sito a Chennai nella regione del Tamil Nadu.)
MONASTERO SAN VINCENZO AL VOLTURNO
Il terremoto del 24 agosto 2016, tra i danni che ha provocato, ha danneggiato il monastero benedettino di "S. Maria delle rose" a Sant’Angelo in Pontano, in provincia di Macerata, costringendo le monache a trasferirsi momentaneamente nel monastero abbandonato di S. Vincenzo al Volturno, in provincia di Isernia. Qui le monache  hanno dovuto sobbarcarsi al ripristino del monastero, pur trovandosi quasi del tutto prive di quanto lasciato, che in parte hanno potuto farsi inviare, adattandosi e adattando il nuovo ambiente.  

Delle monache sfollate a seguito del terremoto, su richiesta dell’abate di Montecassino, sette sono rimaste e hanno dato vita ad una nuova fondazione (attualmente non ancora ente giuridico) che mantenga una presenza viva a S. Vincenzo al Volturno.  Per mantenersi, l’attività principale delle monache è l’accoglienza, realizzata attraverso la disponibilità di due strutture che, però, necessitano – per continuare ad essere utilizzate – di interventi urgenti.  

L’intervento più urgente era il rifacimento del tetto della Casa Colonica, ed è stato realizzato, e la ditta attende da due mesi di essere pagata, ma l'importo esorbita dalle possibilità economiche della comunità monastica. Per questo è stata aperta una sottoscrizione per raggiungere la cifra di € 16.560,00.
Alla data del 09/12/2020 sono stati raccolti e donati €  4.500,00.  
CF 97405880580
Promoit ETS
PROMOIT ETS
Torna ai contenuti